#10 | What’s up?

No, non sono sparita!
Eppure è come se lo fossi stata, dato che ho finito i giga veloci del mio “super 4G americano” (che costa una barca di soldi) e che sono stata senza connessione wifi a casa fino ad oggi. Venerdì, infatti, mentre stavo beatamente facendo i compiti di matematica bussa alla mia porta il mio host brother che “a te funziona il wifi?”, mi chiede. Provo a controllare sul telefono e effettivamente no, non funzionava. Indovinate un po’? Lo stesso fratello aveva per sbaglio fatto cadere un quadro sopra il cavo della connessione tranciandolo a metà. Siamo rimasti senza connessione fino ad oggi, e non ho avuto né tempo, né connessione per scrivervi o girare un video.
Qui i giorni volano, sabato sarà già un mese che sono qui, e siamo alla terza settimana di scuola. Questo lunedì, però, è iniziata una settimana  un po’ particolare: l’homecoming week spirit week, la settimana di benvenuto agli alunni. Viene chiamato anche spirit week perché ogni giorno ci si veste in un qualche modo speciale. Lunedì, per esempio, il tema erano i film: i seniors si dovevano vestire come un personaggio di Grease, i juniors come uno di Sandlot, i sophomores come uno di Avengers, i freshmen come i Minions e lo staff come uno di Harry Potter. Ogni giorno c’è quindi un tema diverso, quello di domani sarà in base ai colori e noi seniors indosseremo il nero. Durante questa settimana ci sono partite di calcio e di pallavolo, solo che vengono più frequentate del solito. Venerdì ci sarà anche il grande football game: l’homecoming game, tanto per cambiare. Ma quello per cui sono tutti emozionantissimi è il big ball, che, credetemi, nessuno sa bene cosa sia, e ogni volta che provo a chiedere spiegazioni sono sempre molto vaghi. Quel che ho capito è questo: in un campo da calcio pieno di gente vestita in modo buffo, c’è una palla enorme che bisogna portare dall’altra parte del campo. Bah, valli a capire. Questo gioco sarà domani, quindi presto riceverete aggiornamenti.
Ovviamente, però, l’evento più atteso è il ballo: l’homecoming dance (quante volte ho digitato homecoming?!?). A differenza del prom, che si tiene in primavera, questo è un ballo più “calmo”, le ragazze hanno vestiti più corti ed è una cosa meno “seria”. E’ bello andarci con un accompagnatore, che di solito deve chiedere alla ragazza di accompagnarlo (e gli americani devo ammettere che sono molto creativi in questo), ma è bello anche andarci con un gruppo di amici. Prima di andare al ballo ci si ritrova a cenare assieme, per poi terminare la serata a casa di qualcuno, o con una serata di film.
Non vedo davvero l’ora di raccontarvi tutto questo dal mio punto di vista, e siccome (nonostante siano le 10 di sera, mi sento vecchia!) sto morendo di sonno, vi saluto.

Exaifos

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...